La ricchezza reale

“Ti puoi avvicinare a Dio in due modi: direttamente (ma questo è veramente difficile) oppure attraverso l’umanità sofferente e attraverso il bene che le puoi rendere. I talenti li devi mettere in circolazione piuttosto che nasconderli e farli fruttificare con l’attività a favore dell’umanità. Non ci sono altri modi”.

“Essere missionari vuol dire credere che nel mondo il bene è superiore al male. Che è sempre possibile essere, anche se con dei limiti, contenti. Che la vita ha un significato, anche se a volte oscuro. Che con Dio si è soddisfatti anche se c’è poco di quel che il mondo vanta e vuole. Che anche la morte non è che l’inizio della vera vita e che non fa paura”; “… essere missionari è credere nel valore universale dell’uomo, che prescinde dalle latitudini e da qualsiasi altra distinzione o barriera che può avere per un motivo o per altro generato divisioni”.

L’insegnamento di padre Rinaldo BERNACCHI non è circoscrivibile ad una specifica visione religiosa dell’esistenza (in questo caso, la cristiano-cattolica), ma parla ad ognuno che s’interroghi sullo scopo della vita e sul modo di valorizzare il proprio tempo, in relazione con gli altri uomini.

Per informazioni sul libro compila il seguente form

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *